Home Performance test Il Pre-centro: Quarantena, adattamento, svezzamento

Il Pre-centro: Quarantena, adattamento, svezzamento

cgenetico

Ogni mese i 18 vitelli scelti, di 45 giorni di età media, entrano nel Pre-centro, formato da 4 stalle di quarantena isolate. 3 di queste stalle sono occupate da 3 gruppi mentre nella quarta stalla, a rotazione, viene effettuato il vuoto sanitario di un mese.

In questo modo i nuovi entranti non sono mai in contatto con gli altri vitelli del Centro Genetico, così come previsto dalle norme sanitarie.
Nel corso di questo primo periodo di 3 mesi, delicato per i problemi di adattamento al nuovo ambiente, ai box collettivi, alla nuova alimentazione (ecc…), i soggetti sono già in prova quindi sono pesati mensilmente e controllati per l'assenza di difetti. Inoltre viene effettuata la verifica della parentela, tramite analisi del DNA, per validare le genealogie alla base della loro selezione.

Le prove sanitarie :

Appena entrati i soggetti sono sottoposti agli accertamenti sanitari previsti dalla legge per l'ingresso nei Centri di Selezione, al fine di controllare l'assenza di malattie quali:

 

cgenetico

Tubercolosi (TBC)

Brucellosi (BRC)

Leucosi bovina enzootica (LBE)

Leptospirosi Bovina

Rinotracheite bovina infettiva (IBR)

Diarrea Virale Bovina (BVD)

Blue Tongue (BT)…


Durante la fase di quarantena, vengono effettuate altre 2 prove sanitarie prima di dare il via al trasferimento dei vitelli al Centro Genetico dove proseguiranno il Controllo Individuale.
Inoltre il pre-centro Anaborapi è una quarantena Blue Tongue autorizzata che permette l'ingresso di vitelli non vaccinati.

L'alimentazione :

La razione giornaliera è composta da 3 alimenti: latte, mangime e fieno.
La dose giornaliera di latte artificiale in polvere è progressivamente ridotta da 2 pasti di 3 litri fino allo svezzamento all'età di circa 4 mesi.
In compenso aumenta progressivamente la dose di mangime detto di "svezzamento", la cui composizione permette il controllo dell'accrescimento in questa fase delicata. La distribuzione del mangime avviene in 4 pasti, grazie agli alimentatori automatici.
Il terzo componente della razione, il fieno, è a disposizione ad libitum.

La scelta dei 15 vitelli idonei al proseguimento della prova :

Alla fine dei 3 mesi di adattamento/svezzamento viene effettuata una visita di controllo che prevede la selezione dei migliori 15 vitelli del gruppo per il proseguimento della prova.
Per poter proseguire, i vitelli devono:

* non avere alcun problema sanitario ed essere in buona salute
* essere esenti da difetti morfologici (artogrifosi, macroglossia, brachignatismo…)
* avere la genealogia confermata dall'analisi di parentela tramite il DNA
* avere dimostrato nei primi 3 mesi delle buone potenzialità (accrescimenti e conformazione)

I 15 soggetti idonei scelti sulla base dei criteri sopracitati, dopo un'ultima prova sanitaria, sono trasferiti nelle stalle del Centro Genetico per proseguire il Controllo Individuale o "Performance Test".
I 3 soggetti non idonei sono restituiti ai proprietari.