Home Risultati Quanto crescono i vitelli del Centro Genetico?

Quanto crescono i vitelli del Centro Genetico?

Risultati della selezione genetica, ma non solo...



Ci interesseremo in questo articolo dei risultati produttivi ottenuti nel Centro Genetico e cercheremo di spiegarne il perché, analizzando le ragioni di tali risultati : genetica, alimentazione, condizioni ambientali...
Partiamo subito con i risultati prendendo come periodo di riferimento gli ultimi 3 anni (divisi in 6 semestri), per una semplice ragione : l'ultimo cambio di razione nel Centro è datato maggio 2008, quindi da metà del 2009 ad oggi tutti i torelli in uscita hanno ricevuto la stessa alimentazione.


ACCRESCIMENTO: + 6 %

pesiCome potete vedere sul grafico 1, il peso dei vitelli all'ingresso, a 2 mesi di età, è stabile (86 kg di media), mentre il peso a fine prova a 11 mesi è in aumento di circa 25 kg. Tradotto in accrescimenti giornalieri sui 280 giorni di prova vuol dire un aumento di 90 grammi al giorno (vedi grafico 2). Visto che la razione e la gestione aziendale sono invariate da 3 anni, questo miglioramento è dovuto principalmente alla genetica, chiaramente in continuo progresso.

accrescimentiNel 2012 i torelli di 12 mesi in uscita dal centro genetico hanno quindi raggiunto un peso medio di 509 kg con un accrescimento medio di 1,41 kg al giorno. Di conseguenza, i soggetti qualificati per l'Inseminazione Artificiale, che sono ovviamente un gruppo scelto sulle performance nel corso della prova, sono passati in 3 anni da 1,40 a 1,53 kg al giorno di incremento ponderale e il loro peso medio a 12 mesi nel 2012 è di 538 kg. Diamo ora un'occhiata alla razione che permette di ottenere questi risultati. Tenete presente che nel Centro si producono riproduttori e non vitelloni quindi la razione non è “da ingrasso” ma diciamo “da allevamento”.


Una razione equilibrata

D'altra parte però, il performance test deve assomigliare il più possibile all'ingrasso in azienda per selezionare tori che rispecchino gli obiettivi produttivi degli allevatori. Bisogna quindi trovare l'equilibrio tra le due esigenze. La prova si divide in due fasi, la prima di adattamento/svezzamento in cui l'alimentazione è composta di latte artificiale, mangime di “svezzamento” e fieno. Questa fase, che va dai 2 ai 5 mesi di età, è molto stressante per i vitelli che devono affrontare un cambio di stalla e di alimentazione. torelliIl latte in polvere, che non è certo quello della madre, viene progressivamente diminuito mentre aumentano le quantità di mangime svezzamento e di fieno maggengo che sviluppano la capacità d'ingestione futura del vitello. Nella seconda fase dai 5 ai 12 mesi il mangime diventa da “allevamento”, con 50 % di mais, quindi non ai livelli dell'ingrasso ma comunque abbastanza energetico (vedi tabella 1). Il mangime non è distribuito a volontà ma le quantità sono impostate per avere un'ingestione di sostanza secca (fieno compreso) pari al 2% del peso vivo dell'animale.


Genetica e ambiente sano

tabella 1Nonostante l'alimentazione razionata e le eventuali difficoltà di adattamento iniziale dovute al cambio di azienda, i vitelli del centro genetico raggiungono i 500 kg ad appena un anno con un accrescimento superiore a 1,4 kg. In parte è dovuto alla genetica : i vitelli che entrono sono scelti sulle loro potenzialità genetiche, confermate da una visita morfologica in azienda. Ma questi risultati sono anche il frutto di una gestione attenta al benessere dei soggetti. In effetti lo spazio a disposizione (10 m2/capo), la lettiera sempre pulita ed asciutta, la stalla luminosa ed arieggiata, sono tutti elementi che agiscono in maniera positiva sulle performance produttive dei vitelli.
Un altro elemento importante per il benessere e la tranquillità dei vitelli è il loro carattere. Un animale nervoso crescerà meno e sarà un disturbo per gli altri, nonché un rischio per l'allevatore. I vitelli del Centro Genetico sono controllati anche per la loro docilità, tramite due prove a 5 e 12 mesi. Approfondiremo questo argomento, sempre più attuale, in un prossimo articolo.


in sintesi

Sylvain Bottone
(Centro Genetico)


facciamo 2 conti