Home Valorizzazione commerciale Valorizzazione e tutela

Valorizzazione e tutela

Ben prima che la normativa sull'etichettatura permettesse una precisa identificazione della carne bovina, gli allevatori della Piemontese avevano iniziato un percorso che ha permesso la tutela e la valorizzazione della carne di razza Piemontese, questo avvenne attraverso la creazione del Coalvi: Consorzio di Tutela della Razza Piemontese.

commerciale

 

Già marchio di qualità riconosciuto con decreto ministeriale 1 marzo 1988, oggi opera sulla base di un disciplinare di etichettatura volontaria approvato dal Ministero delle Politiche Agroalimentari (IT007ET), attraverso il quale viene valorizzata la tipicità della Razza bovina Piemontese rendendo riconoscibile la qualità della carne e certificandola attraverso l’etichettatura volontaria.

Tale sistema permette al consumatore di verificare sullo scontrino i dati concernenti l’origine della carne acquistata (dati identificativi del bovino, allevamento di provenienza, razza, dati di macellazione…).

Il Consorzio svolge anche un importante attività di assistenza tecnica con personale qualificato (agronomi e veterinari), presso gli allevamenti associati, con l’obiettivo di migliorare qualitativamente le produzioni, di ottimizzare i fattori produttivi e la conoscenza delle nuove normative. Si impegna, in oltre, in un’opera di valorizzazione del prodotto con iniziative di comunicazione promozionale e pubblicitarie che hanno portato, nel corso di questi anni, sia il marchio sia la carne di Razza Piemontese a ottimi livelli di notorietà in tutta Italia.

L'elenco dei punti vendita Coalvi è disponibile sul sito del Consorzio all'indirizzo www.coalvi.it